I broker nel forex: truffa o ottima opportunità di guadagno?

broker nel forex

I siti che si occupano di trading online nascondono sempre delle truffe? Fortunatamente no, anche se è possibile che si incappi in qualche tipo dir aggiro, soprattutto quando si inizia la propria attività, momento in cui si viene in contatto con diversi nuovi siti, di cui si sa poco o nulla.

Ogni settimana in rete compaiono infatti nuovi siti, che propongono offerte di vario genere, tra cui anche la possibilità di fare trading online. Purtroppo la truffa trading online può avvenire in diversi modi, per evitare di incappare in questi inconvenienti è importante attuare dei comportamenti idonei a mantenerci al sicuro.

I furti di denaro

broker nel forexPer avviare un’attività di trading online è necessario aprire un conto su un sito appositamente dedicato a questo tipo di investimenti. Sarà quindi obbligatorio indicare i propri dati,. Come ad esempio il codice fiscale, il numero di telefono e magari anche i dati di un conto corrente.

Tutte queste operazioni vanno effettuate solo su siti che ci garantiscano la loro totale legalità, evitando tutti i siti privi di credenziali. Per quanto riguarda il trading online i siti che se ne occupano in modo attivo devono essere autorizzati dalla Consob, che non solo controlla le società che li gestiscono, ma anche l’operato dei siti stessi, assicurandoci che non si tratta di alcun tipo di truffa.

A volte capita di trovare dei siti che dichiarano di aver richiesto l’autorizzazione, essendone ancora in attesa. In questi casi conviene non fidarsi ed evitare tali siti.

Altre truffe più diffuse

Anche se la rete ospita delle realtà che effettivamente rubano e truffano i loro malaugurati clienti, esistono metodi più sottili per raggirare chi naviga in internet. Molto spesso le truffe sono correlate non tanto al furto di denaro, ma al furto dei dati sensibili.

Nella maggior parte dei casi non si tratta di rubare soldi o i dati della carta di credito o del conto corrente, ma semplicemente di trascrivere e rivendere numeri di telefono, indirizzi email indirizzi dell’abitazione. Tali dati sono infatti molto ben pagati da parte delle società di gestione delle pubblicità, dei call center e delle mille società che si occupano di ricercare nuovi clienti.

Per questo motivo conviene mantenersi attenti anche quando si visitano dei siti che hanno un aspetto del tutto innocuo. Spesso si possono anche trovare delle truffe via email che millantano premi milionari a chiunque compili un breve modulo, con i propri dati personali.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *